Jump to Navigation

Importanti novità sul D.lgs 102/2014 in merito alla ripartizione delle spese degli impianti centralizzati

Approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il 14 luglio 2016 lo Schema di Dlgs recante integrazioni al Dlgs 102/2014 di attuazione della direttiva 2012/27/Ue sull'efficienza energetica. Ecco cosa cambia nella ripartizione delle spese nei condomini.
 
L'art.9 comma 5, lettera d del D.Lgs 102/2014, sanciva l'obbligo di ripartire le spese energetiche di impianti centralizzati di riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria , strettamente secondo la procedura definita dalla Norma UNI 10200. Ora la modifica del Decreto, nel caso in cui l'applicazione della norma generi grandi divergenze nella nuova tabella millesimale, apre a forme di mitigazioni di tali divergenze e introduce testuale integrazione:
...successive modifiche e aggiornamenti. Ove tale norma non sia applicabile o laddove siano comprovate, tramite apposita relazione tecnica asseverata, differenze di fabbisogno termico per metro quadro tra le unità immobiliari costituenti il condominio o l'edificio polifunzionale superiori al 50 %, è possibile suddividere l'importo complessivo tra gli utenti finali attribuendo una quota di almeno il 70 per cento agli effettivi prelievi volontari di energia termica. In tal caso gli importi rimanenti possono essere ripartiti, a titolo esemplificativo e non esaustivo, secondo i millesimi, i metri quadri e i metri cubi utili, oppure secondo le potenze termiche installate. É fatta salva la possibilità....

 

 

 

 

 

 

 

 



Main menu 2

Drupal Theme by Dr. Radut. Best Discount Coupon