Jump to Navigation

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI

Le opere di riqualificazione energetica degli edifici hanno come obiettivo quello di ridurre il consumo di energia da fonte fossile e di contrarre i costi legati al loro approvvigionamento. Esse pertanto, generando un risparmio, sono delle forme di investimento che, a seconda dei casi, possono essere più o meno remunerative. La loro redditività varia anche in funzione delle agevolazioni che gli enti pubblici, a partire dallo stato fino a livello locale, mettono a disposizione. Ovviamente, maggiore è l'incentivo che va a beneficio del finanziatore dell'opera, più elevata sarà la redditività dell'investimento per l'esecuzione dell'opera stessa.

Nel panorama italiano vi sono varie forme di incentivazione dedicate alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti, e sono in continua evoluzione. Queste possono essere più o meno cumulabili tra loro e, combinandone gli effetti positivi, possono rendere più facile l'esecuzione degli interventi, oltre a renderli più remunerativi. Non considerando le forme di incentivo dedicate alla produzione di energia elettrica attraverso l'impiego di fonti di energia rinnovabile, per cui viene erogato un incentivo proporzionale all'energia prodotta, la quasi totalità delle agevolazioni sono proporzionali al costo degli interventi di riqualificazione e possono essere suddivise nelle seguenti categorie:

  • Detrazione fiscale (es. detrazione di imposta pari al 65% delle spese sostenute per le opere di riqualificazione energetica - commi 344-347 dell'articolo 1 della Legge 296/06 e s.m.i.) che consiste in uno sconto sull'ammontare IRPEF che il contribuente, finanziatore dell'opera, deve allo Stato Italiano. Tale sconto viene applicato per 10 anni e ogni anno è pari al è pari al 6,5% delle spese sostenute;  

 

 

 



Main menu 2

Drupal Theme by Dr. Radut. Best Discount Coupon